STORIA MONUMENTI CURIOSITÀ VIDEO GALLERY
storia
Bosco Mancinforte
Chiesa della Madonna della Speranza
Chiesa di San Apollinare
Chiesa di San Francesco
Chiesa di San Germano
Chiesa Santa Faustina
Fontanina
Giardino Mancinforte
Monumento Carlo Maratti
Palazzo Comunale
Parrocchiale Immacolata Concezione
Teatro Maratti
curiosità videogallery
LE GROTTE LA STORIA PERCORSI INFO E
PRENOTAZIONI
mancinforte
MANCINFORTE
ricotti
RICOTTI
corraducci
CORRADUCCI
trionfi
TRIONFI
storia percorsi info
PROPOSTE
TURISTICHE
come
ARRIVARE
dove
DORMIRE
dove
MANGIARE
ESCURSIONI a
CAMERANO
pacchetti arrivare dormire mangiare escursioni
IL CONERO LE CITTÀ ITINERARI
conero citta itinerari

Comune di Camerano
Ufficio Turismo
Via San Francesco 24
60021 Camerano
tel +39 071 730301
tel +39 071 7303058

Pro Loco Carlo Maratti

Via San Francesco 28
60021 Camerano
tel/fax +39 071 731460
prolococamerano@libero.it

Ufficio IAT
Informazioni e Accoglieza Turistica
Piazza Roma 26
60021 Camerano
tel/fax +39 071 7304018
info@turismocamerano.it
CAMERANO
CITTÀ SOTTERRANEA
ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO
RIVIERA DEL CONERO
CONTATTI
AGUGLIANO
ANCONA
CAMERANO
CAMERATA PICENA
CASTELFIDARDO
LORETO
NUMANA
OFFAGNA
OSIMO
OSTRA VETERE
POLVERIGI
PORTO RECANATI
SIROLO
Camerata Picena
La particolare posizione di Camerata Picena, su un´altura e nei pressi del fiume Esino, ne ha fatto una vera e propria fortezza naturale che da piccolo borgo si trasformò in castello. Al centro di un impianto di mura circolari sorge un castello che, mantenendo intatta la forma del nucleo originario, si struttura come un classico borgo di poggio.
In età romana probabilmente il castrum di Camerata ospitò un presidio militare per la difesa del territorio. Le zone collinose della bassa Vallesina furono, infatti, sicuramente abitate nel periodo della colonizzazione romana e fecero parte dell´ager anconitanus.
Il castello assunse nella zona compiti di difesa e, collocato com´era ai confini di Ancona e di Jesi, fu coinvolto nei frequenti scontri tra le due città, ognuna delle quali intendeva allargare il proprio territorio a spese dell´altra.
Nel 1309 nella piana di Camerata si scontrarono da una parte i Guelfi guidati da Ancona e dall´altra i Ghibellini guidati da Jesi; fu la più sanguinosa battaglia che fosse stata combattuta nei dintorni ai tempi e che nella campagna in quel giorno scorse parecchio sangue, così da insanguinarla tutta, tanto che, si narra, per parecchio tempo anche le erbe che vi nascevano furono amare