STORIA MONUMENTI CURIOSITÀ VIDEO GALLERY
storia
Bosco Mancinforte
Chiesa della Madonna della Speranza
Chiesa di San Apollinare
Chiesa di San Francesco
Chiesa di San Germano
Chiesa Santa Faustina
Fontanina
Giardino Mancinforte
Monumento Carlo Maratti
Palazzo Comunale
Parrocchiale Immacolata Concezione
Teatro Maratti
curiosità videogallery
LE GROTTE LA STORIA PERCORSI INFO E
PRENOTAZIONI
mancinforte
MANCINFORTE
ricotti
RICOTTI
corraducci
CORRADUCCI
trionfi
TRIONFI
storia percorsi info
PROPOSTE
TURISTICHE
come
ARRIVARE
dove
DORMIRE
dove
MANGIARE
ESCURSIONI a
CAMERANO
pacchetti arrivare dormire mangiare escursioni
IL CONERO LE CITTÀ ITINERARI
conero citta itinerari

Comune di Camerano
Ufficio Turismo
Via San Francesco 24
60021 Camerano
tel +39 071 730301
tel +39 071 7303058

Pro Loco Carlo Maratti

Via San Francesco 28
60021 Camerano
tel/fax +39 071 731460
prolococamerano@libero.it

Ufficio IAT
Informazioni e Accoglieza Turistica
Via Maratti 37
60021 Camerano
tel/fax +39 071 7304018
info@turismocamerano.it
CAMERANO
CITTÀ SOTTERRANEA
ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO
RIVIERA DEL CONERO
CONTATTI
GROTTA CORRADUCCI
GROTTA MANCINFORTE
GROTTA RICOTTI
GROTTA TRIONFI
Grotta CORRADUCCI
Le grotte Corraducci sono uno dei complessi più vasti della rete sotterranea cameranese e si dipartono dai sotterranei del palazzo omonimo. I Corraducci erano un’antica famiglia nobiliare presente nel paese anteriormente al 1400. Alla fine del XVIII secolo si legarono ai francesi di Napoleone prima e alla Massoneria – Carboneria successivamente alla Restaurazione. Queste circostanze hanno fatto sorgere nel passato una serie di leggende e di racconti di mistero sulle grotte legate a questa famiglia, cunicoli che scendendo in profondità vanno a ricollegarsi con la grotte Mancinforte. Particolarmente interessante è la grande sala circolare, composta da 12 nicchie; La volta è totalmente decorata a bassorilievo con decorazione di datazione non precedente al 1600. Attualmente questa sala è definita «la grotta della cospirazione» , in quanto si ipotizza fosse utilizzata per riunioni segrete, legate all’adesione ai francesi da parte della famiglia Corraducci e alla successiva adesione a logge esoteriche come Massoneria e Carboneria.